Tax.Report_system

Faber est suae quisque fortunae

  • Italian - Italy
  • English (United Kingdom)

Notizie flash

16 Giugno 2010, versamento saldo 2009 e 1° acconto 2010, imposte dirette: irpef-ires-irap, oltre all'eventuale saldo Iva 2009, anche rateizzati, confluente nel modello Unico e versamento del Diritto Camerale 2010 e del Contributo Inps, sia per la quota a % eccedente il minimale che per la gestione previdenziale separata, saldo 2009 e 1° acconto 2010, tramite il mod. F24. Stesso termine, 16 Giugno 2010, anche per versare l'eventuale adeguamento ai Parametri/St. di Settore, pure rateizzabile;

- 16 Giugno 2010, versamento dell'acconto Ici 2010, anche tramite il mod. F24;

30 Giugno 2010, invio telematico, per i soli intermediari abilitati (Caf e Professionisti), del modello 730-2010, sui redditi per il 2009, all'Agenzia delle Entrate, tramite il servizio Entratel;

- 30 Giugno 2010, presentazione, da parte del contribuente, del modello Unico 2010 cd. -cartaceo-, redditi 2009 delle sole persone fisiche non titolari di partiva Iva, all'Agenzia delle Entrate, tramite il servizio postale;

- 30 Giugno 2010, presentazione della Dichiarazione Ici 2010, per il 2009, da consegnare, a mano o per posta, all'Ufficio Tributi del Comune.

MINIMI PER I PAGAMENTI

Non si pagano fino ad euro 2,07 e si pagano a partire da euro 2,08

  • Ici
    (Non è dovuto alcun pagamento se l’Ici da versare è uguale o inferiore a 2,07 euro. Il comune può però deliberare un importo minimo di versamento Ici superiore a 2,07)

Non si pagano fino a euro 10,33 e si pagano da euro 11,00

  • Irap a saldo (modello Unico)
  • Saldo annuale modello Iva
    Ai fini Irap è stabilito che l’imposta risultante dalle dichiarazioni annuali non è dovuta o rimborsabile, se i relativi importi spettanti a ciascuna regione non superano l’importo di 10,33 euro. Con le leggi regionali il predetto importo può essere adeguato.
    Gli importi a saldo dovuti per Iva, Irap, Irpef e relative addizionali e Ires, se versati in unica soluzione sono arrotondati all’unità di euro. Considerato che nelle dichiarazione annuali gli importi sono indicati con arrotondamento all’unità di euro, i versamenti si eseguono a partire da 11,00 euro (per Iva e Irap) o a partire da 13 euro (per Irpef e relative addizionali e Ires). Sono compensabili, ma non rimborsabili, gli eventuali crediti indicati, anche se di importo pari o inferiore al minimo di esonero

Non si pagano fino all’importo di 12,00 euro e si pagano a partire da 13,00 euro:

  • Saldo Irpef modello Unico o 730
  • Saldo addizionale regionale all’Irpef modello Unico o 730
  • Saldo addizionale comunale all’Irpef modello Unico o 730
  • Imposta sostitutiva del 10% (modello Unico)
  • Imposta sostitutiva del 15% (modello Unico
  • Saldo Ires modello Unico
    Per le imposte sostitutive del 10 o del 15% non è previsto alcun minimo. E’ però stabilito che per l’accertamento, la riscossione, le sanzioni e il contenzioso, si applicano le disposizioni in materia di imposte sui redditi. Di conseguenza, si applica lo stesso minimo previsto per le imposte sui redditi, cioè quello di 13 euro.

Non si pagano fino ad euro 16,53 e si pagano a partire da euro16,54:

  • Riscossione
    (In tema di riscossione di importi minimi, occorre tenere presente che, per ragioni di economicità dell’azione amministrativa, è disposto l’abbandono dei crediti erariali, regionali e locali di importo non superiore a 16,53 euro)

Non si pagano fino a euro 20,66 e si pagano a partire da euro 21,00

  • Acconto Irap società di capitali e soggetti assimilati

Non si pagano fino ad euro 25,82 e si pagano a partire da euro 25,83

  • Versamento IVA periodico mensile o trimestrale

Non si pagano fino all’importo di 51,65 euro e si pagano a partire da 52,00 euro

  • Acconto Irpef
  • Acconto Irap persone fisiche
  • Acconto Irap società di persone e soggetti assimilati

Non si pagano fino ad euro 103,28 e si pagano a partire da euro 103,29

  • Acconto Iva

Si pagano senza un limite minimo (si paga il 20% del reddito)

  • Acconto Irpef redditi soggetti a tassazione separata non soggetti a ritenuta d’acconto (Unico o 730).

Scadenze UNICO 2010

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

16 Giugno 2010, versamento saldo 2009 e 1° acconto 2010, imposte dirette: irpef-ires-irap, oltre all'eventuale saldo Iva 2009, anche rateizzati, confluente nel modello Unico e versamento del Diritto Camerale 2010 e del Contributo Inps, sia per la quota a % eccedente il minimale che per la gestione previdenziale separata, saldo 2009 e 1° acconto 2010, tramite il mod. F24. Stesso termine, 16 Giugno 2010, anche per versare l'eventuale adeguamento ai Parametri/St. di Settore, pure rateizzabile;

- 16 Giugno 2010, versamento dell'acconto Ici 2010, anche tramite il mod. F24;

30 Giugno 2010, invio telematico, per i soli intermediari abilitati (Caf e Professionisti), del modello 730-2010, sui redditi per il 2009, all'Agenzia delle Entrate, tramite il servizio Entratel;

- 30 Giugno 2010, presentazione, da parte del contribuente, del modello Unico 2010 cd. -cartaceo-, redditi 2009 delle sole persone fisiche non titolari di partiva Iva, all'Agenzia delle Entrate, tramite il servizio postale;

- 30 Giugno 2010, presentazione della Dichiarazione Ici 2010, per il 2009, da consegnare, a mano o per posta, all'Ufficio Tributi del Comune.

MINIMI PER I PAGAMENTI

Non si pagano fino ad euro 2,07 e si pagano a partire da euro 2,08

  • Ici
    (Non è dovuto alcun pagamento se l’Ici da versare è uguale o inferiore a 2,07 euro. Il comune può però deliberare un importo minimo di versamento Ici superiore a 2,07)

Non si pagano fino a euro 10,33 e si pagano da euro 11,00

  • Irap a saldo (modello Unico)
  • Saldo annuale modello Iva
    Ai fini Irap è stabilito che l’imposta risultante dalle dichiarazioni annuali non è dovuta o rimborsabile, se i relativi importi spettanti a ciascuna regione non superano l’importo di 10,33 euro. Con le leggi regionali il predetto importo può essere adeguato.
    Gli importi a saldo dovuti per Iva, Irap, Irpef e relative addizionali e Ires, se versati in unica soluzione sono arrotondati all’unità di euro. Considerato che nelle dichiarazione annuali gli importi sono indicati con arrotondamento all’unità di euro, i versamenti si eseguono a partire da 11,00 euro (per Iva e Irap) o a partire da 13 euro (per Irpef e relative addizionali e Ires). Sono compensabili, ma non rimborsabili, gli eventuali crediti indicati, anche se di importo pari o inferiore al minimo di esonero

Non si pagano fino all’importo di 12,00 euro e si pagano a partire da 13,00 euro:

  • Saldo Irpef modello Unico o 730
  • Saldo addizionale regionale all’Irpef modello Unico o 730
  • Saldo addizionale comunale all’Irpef modello Unico o 730
  • Imposta sostitutiva del 10% (modello Unico)
  • Imposta sostitutiva del 15% (modello Unico
  • Saldo Ires modello Unico
    Per le imposte sostitutive del 10 o del 15% non è previsto alcun minimo. E’ però stabilito che per l’accertamento, la riscossione, le sanzioni e il contenzioso, si applicano le disposizioni in materia di imposte sui redditi. Di conseguenza, si applica lo stesso minimo previsto per le imposte sui redditi, cioè quello di 13 euro.

Non si pagano fino ad euro 16,53 e si pagano a partire da euro16,54:

  • Riscossione
    (In tema di riscossione di importi minimi, occorre tenere presente che, per ragioni di economicità dell’azione amministrativa, è disposto l’abbandono dei crediti erariali, regionali e locali di importo non superiore a 16,53 euro)

Non si pagano fino a euro 20,66 e si pagano a partire da euro 21,00

  • Acconto Irap società di capitali e soggetti assimilati

Non si pagano fino ad euro 25,82 e si pagano a partire da euro 25,83

  • Versamento IVA periodico mensile o trimestrale

Non si pagano fino all’importo di 51,65 euro e si pagano a partire da 52,00 euro

  • Acconto Irpef
  • Acconto Irap persone fisiche
  • Acconto Irap società di persone e soggetti assimilati

Non si pagano fino ad euro 103,28 e si pagano a partire da euro 103,29

  • Acconto Iva

Si pagano senza un limite minimo (si paga il 20% del reddito)

  • Acconto Irpef redditi soggetti a tassazione separata non soggetti a ritenuta d’acconto (Unico o 730).

Ultimo aggiornamento ( Martedì 11 Maggio 2010 08:21 )
 

Versione Italiana di Joomla!

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button
Questo sito è stato realizzato con la versione Italiana di Joomla! 1.5, tradotta e rilasciata da Joomla.it. Se desideri comunicare eventuali malfunzionamenti, errori o consigliare miglioramenti puoi scrivere sul forum dedicato.
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 08 Novembre 2007 12:10 )
 

Joomla! Security Strike Team

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Il Progetto Joomla! ha riunito un "top-notch team" di esperti per formare il nuovo Joomla! Security Strike Team. Questo team si concentrerà esclusivamente sulla ricerca e sulla soluzione dei problemi di sicurezza. Invece di lavorare in relativa segretezza, la JSST avrà una forte presenza pubblica nel Joomla! Security Center.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 07 Luglio 2007 09:54 ) Leggi tutto...
 

Linee guida licenza Joomla!

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Questo sito web è realizzato con Joomla! Il software e i templates predefiniti sono rilasciati con Copyright 2005-2007 Open Source Matters. Tutti i contenuti e i dati, compresi i dati in questo sito e i templates aggiunti dopo l'installazione, hanno il copyright dei rispettivi proprietari.

Se vuoi distribuire, copiare  o modicare Joomla!, lo puoi fare sotto i termini della GNU General Public License. Se questa licenza non ti è familiare, puoi leggere 'How To Apply These Terms To Your Program' e la 'GNU General Public License FAQ'.

La documentazione Joomla! è rilasciata sotto i termini della Creative Commons Attribution-Non-Commercial-Share-Alike License 2.5 o sotto specifiche licenze e copyright dei rispettivi proprietari.

La licenza di Joomla! è sempre stata GPL.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 04 Novembre 2007 23:02 )
 

Tieni aggiornata la versione di Joomla

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button
E' molto importante, per mantenere alta la sicurezza del tuo sito, che joomla venga continuamente tenuto aggiornato all'ultima versione stabile. La procedura di aggiornamento è semplice e veloce, ti consigliamo sempre di effettuare un backup di tutti i file e cartelle del sito e una esportazione del database prima di effettuare un aggiornamento.
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 19 Luglio 2007 21:16 )
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 2

Sondaggi

Joomla! è utilizzato per?
 

Newsletter

There is no list available.

Scade oggi

Marzo 2017
D L M M G V S
26 27 28 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1
Nessun evento

Aggiornamenti

Correlazioni

Non ci sono correlazioni

Forum...

>>

Area riservata



Online & Accessi

Oggi2
Ieri2
Settimana20
Mese90
Totale22017
 2 visitatori online

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Se non si acconsente al loro utilizzo alcune funzionalità di navigazione potrebbero non essere disponibili. Per maggiori informazioni, consultate la nostra Informativa sulla privacy.

Ho compreso e accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information